Portogallo da scoprire

L'anima del Portogallo si svela in tutto il suo calore, fra città ricche di storia e spaccati folkloristici.

In sette giorni i viaggiatori visiteranno Lisbona, antica potenza marittima ricca di suggestive vedute e scorci caratteristici, la bella Porto con l'animato centro storico ottocentesco, la pittoresca Coimbra ricca di monumenti ricoperti di piastrelle cromatiche vivaci, Nazarè in cui rimane forte l'antica comunità di pescatori, Obidos con le case coperte di fiori,  Batalha con lo splendido monastero gotico, e la mistica Fatima.

1

1 e 2 giorno Lisbona E’ una capitale, è vero, ed è stata la capitale di un impero come altre città d’Europa. Eppure non vi troverete monumenti affollati di rumorosi turisti svogliati e di passaggio. Con questo non si vuol dire che Lisbona non sia ricca di storia e arte: la Torre de Belém ne è un esempio. Lisbona è più una atmosfera, una certa luce e certi colori. Bianco, azzurro, viola fanno un tutt’uno con il blu dell’oceano e del cielo limpido. Non fatevi ingannare dalla lenta melodia del Fado che sentirete anche lungo le strade, perché Lisbona è ricca di passione.

3 giorno Lisbona - Obidos - Nazaré - Coimbra

g3 Partenza per Coimbra, sosta nell’incantevole borgo di Obidos per ammirare il Castello e le caratteristiche case bianche ricoperte di bouganville e gerani. Prosecuzione per Nazaré, pittoresco villaggio di pescatori affacciato sull’Atlantico e dopo il pranzo passeggiata sullo sfondo di un’ampia baia chiusa da verdi promontori e ornata da una lunga spiaggia. Arrivo in serata tra le colline di Coimbra e cena in questa famosa città d’arte. Obidos. Le sue magnifiche mura che la circondano tutta sono il segno indelebile della sua storia e della sua grandezza medievale. Le sue case originalissime in muratura bianca, i portici, le finestre ricche di fiori fanno sentire il sapore della storia. Il colpo d’occhio sui tetti rossi e le pareti bianche sono indimenticabili. Un luogo che acquista la sua dimensione migliore quando il turismo di massa alla sera se ne va e rimane solo la tranquilla bellezza di un borgo medievale intatto. Nazare’. Quella che oggi è una delle località balneari più belle di Portogallo non molto tempo fa era solamente un suggestivo villaggio di pescatori. Eppure anche oggi Nazarè mantiene quella sua atmosfera quasi familiare e semplice, e ancora vi capiterà di incontrare i pescatori che essiccano il loro pesce all’aria aperta, come si faceva una volta. Un luogo dal fascino immutato.

g31

4 giorno Coimbra

g4 La terza città del Portogallo e antica capitale ospita una delle più importanti università. Non vi sorprenderete di trovare giovani dappertutto ed è un’aspetto che rende vivace questa città. Cori di studenti vi allieteranno con canti di fado originalissimi. Il ricco centro storico ha la sua gemma nella cattedrale del XII secolo ma l’università stessa vale una visita. Dopo il pranzo  ci dirigiamo verso Porto con sosta ad Aveiro, cittadina che sorge su una grande laguna e presenta un pittoresco centro storico con palazzi in stile liberty attraversato da due canali. Raggiungiamo la seconda città del Portogallo nel tardo pomeriggio e possiamo cenare in un tipico locale a base di pesce seguita da una minicrociera sul fiume Douro. Aveiro. E’ banalmente chiamata la Venezia portoghese, ma le somiglianze sono davvero poche. Non per questo non si tratta di un luogo affascinante e che vale la pena visitare. Ci sono i canali e le imbarcazioni tipiche sulle quali è bello fare un giro. Molto particolari le abitazioni dipinte di strisce colorate e bianche di azulejuos, gioia di ogni fotografo. Le spiagge vicine sono anche luogo privilegiato per qualche ora di relax.

g41

5 giorno Porto

g5 E’ la classica città che non è artificiosamente fatta per il turista. Visitarla è assaporare ancora atmosfere genuine. Una città che non ha due o tre luoghi prediletti e immancabili, ma dove ti puoi sorprendere a girare l’angolo e ritrovarti di fronte ad una chiesa o un palazzo nel suo contesto originale, senza forzature. Una città il cui centro è bello vivere rigorosamente a piedi per lasciarsi affascinare dai palazzi barocchi o dalla sua cattedrale del 1200. La guida accompagna i viaggiatori alla scoperta di questa città dalle tipiche case rivestite di maioliche ad ammirare il Ponte Don Luis I, la Cattedrale, l'animato centro storico, l'esterno della Torre dos Clerigos, Praça de Batalha, la Avenida dos Aliados e il Palacio da Bolsa, edificio neoclassico di cui si visiterà anche l'interno con la splendida sala neo-araba. Nel pomeriggio  possibilità di un'escursione facoltativa a Guimarães, cittadina medievale raccolta intorno al castello, al Paço dos Duques, il palazzo dei duchi di Bragança, e alla Chiesa di Nossa Senhora de Oliveira. Rientro a Porto per la cena.

6 giorno Porto - Batalha - Fatima – Lisbona

g6 Viaggiando verso Lisbona sostiamo a Batalha per visitare il monastero gotico con le impareggiabili Capelas Imperfeitas. Proseguiamo per il suggestivo villaggio di Fatima, importante meta di pellegrinaggio cristiano, e dopo il pranzo libero ripartiamo per Lisbona, che raggiungiamo per la cena. Fatima. Un luogo che ha nulla da offrire a chi cerca monumenti o storia. Qui tutto è dominato dalla fede e dalle testimonianze che tre pastorella hanno lasciato della apparizioni mariane. Che ci si creda o meno, non si può non rimanere colpiti dalla devozione che questo luogo mantiene e dalle migliaia di fedeli che vi si recano in pellegrinaggio. Un luogo che, se si lasciano fuori dalla propria porta i pregiudizi, non può lasciare indifferenti. Bathala. E' una cosa sola con il suo Monastero dedicato a Santa Maria della Vittoria, uno dei più attraenti monumenti gotici al mondo. Legato strettamente alla storia del paese, ricorda la battaglia vinta contro gli spagnoli che rilanciò la dinastia portoghese nel 1385. Un’opera colossale per la quale ci sono voluti 200 anni per costruirla. Chiesa, chiostro e cappelle sono una visione che non poteva non essere premiata con l’avallo dell’Unesco.

g61

7 giorno Lisbona Ultimo giorno prima del rientro a casa, si possono visitare alcune attrazioni  tra le mete consigliate ci sono l'Oceanario di Lisbona all'interno del Parque Das Naçoes, la Torre Vasco de Gama, il Museo Nazionale degli Azulejos e il Museo d'Arte Calouste Gulbenkian, magnate armeno che ha lasciato le sue proprietà alla città: la fondazione  raccoglie preziose collezioni di arte egiziana, greco-romana, orientale ed europea.

Leave a Reply

*

captcha *