Isole Svalbard, il regno dell’Aurora Boreale

Otto giorni su un veliero, per un incontro indimenticabile con le suggestioni polari.

Un tour dedicato a chi cerca una natura purissima, smisurata, lontana dal fragore della civiltà. Il mese di ottobre, ovvero l’inizio del lungo inverno artico, è il momento in cui vi saranno maggiori possibilità di ammirare il fenomeno dell’aurora boreale. Al ritorno a casa sarà difficile dimenticare l’incontro con l’ambiente polare e le esplorazioni con gli zodiac tra figure di cristallo, in crociera con il veliero Noorderlicht. E' un vascello a due alberi costruito in Germania nel 1910, impiegato per la navigazione nel Baltico sino al 1991, quando è stato riadattato per la navigazione nei mari polari. Può accogliere solo 20 passeggeri. Il fenomeno dell’aurora boreale è difficile da prevedere, per questo ogni apparizione è speciale ed irripetibile. Le condizioni migliori per avvistarla sono l’oscurità ed un cielo limpido: una crociera alle Svalbard nel periodo idoneo al manifestarsi di tale spettacolo di luci, allestito nel grande teatro della natura, diventa un sogno a portata di mano. La navigazione porta alla scoperta della natura e di alcuni  luoghi storici di West Spitsbergen, la maggiore isola dell’arcipelago. Le giornate a bordo scorrono veloci, un ampio ponte ed un’area panoramica all’aperto consentono di ammirare dall’alto gli scenari durante la navigazione. Una o due volte al giorno si scende a terra a bordo di gommoni zodiac per le escursioni. A bordo si tengono inoltre conferenze ed incontri con esperti sulla fauna, la geologia e la storia dell’Artico. L’equipaggio garantisce la massima professionalità e la presenza di personale altamente qualificata assicura un’assistenza scientifica di altissimo livello.

mappa

Mappa della crociera

1 GIORNO LONGYEARBYEN Arrivo individuale a Longyearbyen, il capoluogo delle Svalbard, punto di arrivo e di partenza per coloro che raggiungono l’arcipelago. Possibilità di visitare il Museo delle Svalbard, che illustra la storia, la cultura, le attività di estrazione mineraria e le esplorazioni dell’arcipelago. Trasferimento al porto e imbarco sulla motonave. Sistemazione nella cabina riservata con cena e pernottamento.

1

2-5 GIORNI: navigando tra i fiordi Al mattino presto inizio della navigazione partendo da Trygghamna, il cui nome significa “Porto sicuro” e si riferisce alle condizioni favorevoli, al riparo dai venti, di questa insenatura. Il viaggio tocca la parte settentrionale delle coste bagnate dal Bell Sund. Condizioni climatiche permettendo approderemo nel Recherchefjord, per esplorare una zona di tundra dove pascolano le renne. Sbarco ad Ahlstrandhalvøya, all’imboccatura di Van Keulenfjord. Qui si vedono le cataste di scheletri di beluga, le piccole balene bianche eliminate indiscriminatamente nelle mattanze del XIX secolo. Fortunatamente la razza non si è estinta completamente, e questi animali si possono ancora ammirare in alcune aree dell’arcipelago. Durante le notti serene la temperatura scende a -10°C e, con un po’ di fortuna, regala l’entusiasmante spettacolo dell’aurora boreale che si manifesta quando le notti sono buie e terse: ogni sua apparizione è unica ed emozionante, pare quasi un nastro di colore verde, con punte di rosa sulle estremità e viola intenso nel centro, che si agita nel firmamento. L’aurora boreale è un fenomeno fisico provocato dall’urto di particelle elementari, per lo più elettroni, contro gli atomi che si trovano negli strati più esterni dell'atmosfera terrestre. A causa degli urti gli atomi emettono luce di diverso colore: la spiegazione scientifica così descrive questi drappeggi colorati che si agitano come sospinti dal vento, archi di luce considerati nell’antichità prodigi di natura divina. E' prevista pensione completa a bordo per tutto il viaggio.

2

6 GIORNO BARENTSBURG Oggi visiteremo Barentsburg, insediamento russo delle Svalbard che conta una popolazione di 500 persone circa. Sarà interessante osservare come gli abitanti – che lavorano nelle miniere di estrazione del carbone - vivono durante il lungo inverno polare: il centro sportivo, per esempio, comprende una piscina che utilizza acqua marina riscaldata. Alle Svalbard i centri abitati, cinque in tutto, sorgono unicamente sull’isola Spitsbergen. Questi insediamenti, rappresentati da villaggi di minatori e stazioni di ricerca, si affacciano lungo gli spettacolari fiordi che incidono profondamente la costa occidentale dell’isola. Sia in estate che nella lunga notte artica nell’arcipelago vivono circa 4000 abitanti dei quali 1300 norvegesi e 2600 russi. Sono insediati nei villaggi minerari di Barentsburg e Pyramiden, nel capoluogo Longyearbyen, sede dell’autorità locale e della Compagnia Mineraria Norvegese, a Sveagruva e nella base di ricerca di Ny Ǻlesund, l’insediamento più settentrionale che si affaccia sul Kongsfjord e conserva le vestigia delle prime esplorazioni polari.

7 GIORNO ISFJORD Ci addentriamo lungo i bracci più interni del sistema dell’Isfjord raggiungendo l’Ekmanfjord, in un paesaggio di straordinari ghiacciai.

8 GIORNO LONGYEARBYEN - TERMINE CROCIERA Prima colazione. Sbarco a Longyearbyen, trasferimento all’aeroporto e partenza con il volo per il rientro a casa: dopo uno di quei viaggi che rimangono impressi nella mente e nel cuore  per il resto della vita.

Leave a Reply

*

captcha *